Ritratti Paoletta_0007.jpg

Paoletta Marrocu
www.marrocu.com

Diplomata al Conservatorio di Cagliari col massimo dei voti, ha intrapreso una rapida carriera che l’ha condotta sui palcoscenici dei maggiori teatri del mondo, fra i quali: Teatro alla Scala di Milano, Regio di Parma, Regio di Torino,"la Fenice" di Venezia, "Carlo Felice" di Genova, Comunale di Bologna, Maggio Musicale di Firenze, "Petruzzelli" di Bari, "Massimo" di Palermo, Arena di Verona, Wiener Staatsoper, Opernhaus di Zurigo, Deutsche Oper di Berlino, Bayerische Staatsoper di Monaco, Hamburgische Staatsoper, Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles, Opéra Royal de Wallonie, Gran Teatre del Liceu di Barcellona, Teatro Real di Madrid, De Nederlandse Opera, Den Norske Opera, Washington Opera, San Diego Opera, Palm Beach Opera, Shanghai, Seoul, Tokyo.
Ha collaborato con i più importanti direttori d’orchestra: Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianluigi Gelmetti, Daniel Harding, Fabio Luisi, Nicola Luisotti, Zubin Mehta, Daniel Oren, Franz Welser-Möst, Riccardo Muti, Kent Nagano, Michel Plasson, Esa Pekka Salonen, Christian Thielemann, Marcello Viotti e con registi del calibro di: Hugo De Ana, Robert Carsen, Liliana Cavani, Davide Livermore, C. Levi, Giancarlo del Monaco, David Pountney, Luca Ronconi, Roberto De Simone, Peter Stein e Graham Vick.

La sua duttilità vocale e la conoscenza di diversi stili e tecniche di canto le hanno consentito di interpretare oltre 50 titoli operistici diversi! Spiccano tra questi le magistrali interpretazioni Verdiane di: Aida, Alzira, Un Ballo in Maschera, Il Corsaro, Don Carlo, Falstaff, Un Giorno di Regno, Giovanna D'Arco, Macbeth, Messa da Requiem, Nabucco, Oberto, Il Trovatore, I Vespri Siciliani ed i ruoli Pucciniani di: La Boheme, La Fanciulla del West, Madama Butterfly, Manon Lescaut, Suor Angelica, Tosca, Il Tabarro e Turandot.
Ha dato voce con successo ai ruoli barocchi Monteverdiani: di Ottavia nell’Incoronazione di Poppea alla Scala di Milano e Orfeo (nel ruolo titolo), ai ruoli Mozartiani di Donna Elvira nel Don Giovanni e Vitellia nella Clemenza di Tito. Ha dato prova di fine belcantista con le interpretazioni di Norma di Bellini, Lucrezia Borgia e Poliuto (Paolina) di Donizetti e Fiorillo nel Turco in Italia di Rossini.
Ha incarnato in numerose produzioni la sensuale gitana Carmen. Molto ricercata sia per il repertorio Verista che per quello Contemporaneo: Cavalleria Rusticana, Iris, Zanetto, Andrea Chenier, Fedora, La Cena delle Beffe, La Wally, l'Amore dei tre Re, L'assassinio nella Cattedrale, Il Prigioniero, I Shardana, La Jura, La Voix Humane, L’Heure Espagnole, Edipo Re.
L’opera Lirica Donna di Veleni è stata appositamente pensata per lei dal compositore Marco Podda.
In giugno ha aperto il Festival 2021 de "La Toscanini" di Parma con un programma raffinatissimo di L. Refice in cui interpretava La Samaritana, lo Stabat Mater e la morte di Cecilia.
Rimarchevoli le sue collaborazioni con la London Philharmonia Orchestra per il prigioniero di Dallapiccola diretta da Esa-Pekka Salonen al Royal Festival Hall di Londra, con la Sveriges Radios Symfoniorkester di Stoccolma diretta da Daniel Harding in Cavalleria Rusticana e Tabarro e con la Symphonieorchester des Bayeriscen Rundfunks di Monaco sempre nel Prigioniero di Dallapiccola diretta da Esa-Pekka Salonen.
Nel 2013 ha fatto il suo debutto nella regia operistica con La serva padrona di Pergolesi che ha portato in tournée, in seguito ha messo in scena, con grande successo, La Boheme di Puccini di cui ha curato: regia, scene e costumi oltre alla preparazione vocale.
Richiestissime le sue Masterclass (Bottega della Lirica, Centro studi Mascagnani di Livorno, Accademia del Belcanto di Martina Franca), molti suoi allievi calcano già con successo i palcoscenici mondiali. È referente di Canto per l'Accademia dei Mestieri dell'Opera del Teatro Coccia di Novara. È stata docente di Canto presso i Conservatori di Musica di Venezia, Piacenza, Trento, Riva del Garda, Udine e Cagliari, attualmente ricopre questo ruolo presso il Conservatorio “G. Tartini" di Trieste.
La sua discografia include numerose incisioni, fra le quali Cavalleria Rusticana di Mascagni e AIDS Gala per Decca, Teseo Riconosciuto di Spontini, Il Turco in Italia di Rossini, Messa e Magnificat di Cavalli, Due Messe Catanesi di Bellini e i dvd di Macbeth di Verdi per Tdk live da Zurigo, Cavalleria Rusticana dall’Opernhaus di Zurigo, Assassinio nella Cattedrale di Pizzetti per Decca insignito del Diapason d’Or, Poliuto di Donizetti, Il Tabarro di Puccini dal Teatro alla Scala di Milano. I Shardana di Porrino e Giulietta e Romeo di Vaccaj per Dynamic, Iris di Mascagni.
Ha affiancato Andrea Bocelli nel Concerto-Evento di Lajatico 2013 per scopi umanitari.
Nel 1998 Paoletta Marrocu è stata nominata Artist for Peace dall’UNESCO, cosa di cui sente l’enorme onore e responsabilità.